OSTEOPATIA E DOLORE MECCANICO ASPECIFICO DEL COLLO
30 Gennaio 2019
L’ASSISTENZA DOMICILIARE IN ITALIA
28 Febbraio 2019

EDUCAZIONE ALL’IGIENE DENTALE E PARODONTOPATIA



Le due più comuni malattie orali (carie e periodontite) sono mediate da batteri e possono essere prevenute dal soddisfacente controllo del biofilm dentale.
L'epidemiologia della carie dentaria e della parodontite in molti paesi sviluppati è cambiata negli ultimi cinque decenni a causa del miglioramento delle pratiche di igiene orale.
Questi cambiamenti sottolineano anche disparità nella salute orale, con una maggior prevalenza di patologia dentaria e parodontale negli individui socialmente svantaggiati.
L'attuazione della promozione della salute orale presenta due aspetti: da una parte, il dentista è l'agente che fornisce l'intervento, e dall'altra parte è il paziente, che trarrà il beneficio dall'attuazione efficace di buone pratiche di salute orale quotidiane.
I modelli di risposta alle istruzioni di come eseguire l’igiene orale sono stati oggetto di indagine da parte di Amoo-Achampong F e Collaboratori che hanno misurato l’indice di placca e quello di sanguinamento in 227 soggetti con patologia parodontale correlandoli a numerosi fattori individuali.
Dall’analisi statistica effettuata sono emersi tre modelli in risposta alle istruzioni di igiene orale: nei pazienti con patologia periodontale, gli indici di sanguinamento della placca e della gengiva sono migliorati, peggiorati o variatii nel tempo.
Tra tutti i fattori di confondimento considerati, solo l'origine etnica ha mostrato differenze statisticamente significative: gli individui caucasici hanno mostrato più spesso degli altri gruppi etnici oscillazioni della qualità di igiene orale dopo aver ricevuto le istruzioni di come eseguire l’igiene orale

Fonte: Amoo-Achampong F et Al: Complex patterns of response to oral hygiene instructions: longitudinal evaluation of periodontal patients. BMC Oral Health (2018)