La Terapia Manuale è efficace nei pazienti con Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO)?
1 Dicembre 2019
Utilità della musica e della danza nella patologia polmonare cronica
18 Gennaio 2020

Igiene orale nell’anziano istituzionalizzato





Il cambiamento demografico in atto nel mondo e che porterà un incremento della popolazione anziana di notevoli proporzioni, ha reso necessario affrontare il concetto di "fragilità degli anziani".
La fragilità è uno stato biologico età-dipendente, caratterizzato da una ridotta resistenza allo stress, secondaria al declino cumulativo di diversi sistemi fisiologici, e da un aumentato rischio per la salute secondario a declino funzionale, comorbilità, disabilità, cadute, istituzionalizzazione e mortalità.
Sebbene il concetto di fragilità degli anziani non sia stato ancora accettato all'unanimità, la salute orale svolge certamente un ruolo importante nella genesi della fragilità, creando una complessa relazione di interdipendenza tra salute orale e salute generale.
L'efficienza del sistema stomatognatico, infatti, influisce sia sulla capacità masticatoria con conseguenti effetti nutrizionali, che sull'integrazione sociale e familiare, essendo coinvolta in attività come parlare, sorridere ed esprimere dolore e disagio.
A livello globale, una cattiva salute orale provoca, nell’anziano, perdita dei denti, carie dentale, alta prevalenza di malattia parodontale, xerostomia e lesioni precancerose o neoplastiche del cavo orale.
La perdita dei denti può essere disabilitante ed essere causa di una serie di problematiche cliniche, funzionali, nutrizionali, psicologiche e relazionali.
La salute orale sembra essere associata sia allo stato cognitivo che al grado di autonomia nelle attività quotidiane: una ridotta funzione cognitiva è associata ad una cattiva condizione di igiene orale, perdita dei denti e protesi instabili, mentre il numero di denti rimanenti è significativamente associato al livello di attività fisica nelle persone anziane: le persone con 20 o più denti residui sono più attive di quelle con meno di 20.
Tra gli anziani, quelli istituzionalizzati mostrano peggiori condizioni orali rispetto a quelli che residenti al domicilio e spesso hanno una maggiore difficoltà nell'accesso ai servizi di salute orale per motivi socio-economici.
La cattiva salute orale e l’edentulismo sono associati al rischio di malnutrizione (perdita di peso, basso indice di massa corporea e sarcopenia) favorendo l'insorgenza di malattie prevenibili e condizioni che minacciano la qualità della vita
La relazione tra un basso apporto nutrizionale e una cattiva salute orale nelle istituzioni può dipendere sia dalle esigenze dietetiche specifiche delle persone che hanno sofferto di una perdita di capacità masticatoria, sia dalle loro cattive condizioni generali (es deterioramento cognitivo) che dalla comorbidità che influenzano direttamente lo stato nutrizionale.
Nelle RSA, dieta e salute orale rappresentano due aspetti fondamentali della qualità delle cure fornite, per cui la loro qualità non può essere ignorata.
Vista l’importanza dell’argomento, segnaliamo lo studio trasversale di Chiesi e Coll., avente per obiettivo la valutazione delle condizioni del cavo orale in anziani residenti in 31 RSA nell’ interland di Firenze, mediante un approccio multidimensionale, che prendesse in considerazione lo stato cognitivo, il grado di autonomia funzionale ed il rischio di malnutrizione per verificare la potenziale associazione tra salute orale e tutti questi fattori.
Lo studio ha evidenziato che lo stato di igiene orale era scarso nel 43,8% dei casi, medio nel 38,1% e buono nel 18,2%.
Lo stato di salute orale peggiore era significativamente associato con uno stato cognitivo peggiore e con una maggiore dipendenza nelle attività quotidiane.
Peraltro il “Malnutrition Universal Screening Tool” tra gli anziani non era correlato alle condizioni di salute orale.
Gli Autori concludono che la condizione di salute orale nei soggetti istituzionalizzati più anziani è una sfida aperta per il sistema sanitario pubblico, dal momento che il mantenimento di una salute orale adeguata è un elemento essenziale di una buona salute fisica, cognitiva e psicologica.

Fonte: Chiesi F , Grazzini M, Innocenti M, Giammarco B, Simoncini E , Garamella, Zanobini P, Perra C, Baggiani L, Lorini C, Bonaccorsi G Older People Living in Nursing Homes: An Oral Health Screening Survey in Florence, Italy Int. J. Environ. Res. Public Health 2019, 16, 3492